Posted tagged ‘Croazia’

Agriturismo in Istria

gennaio 20, 2009

È passato un po’ di tempo dal mio ultimo post, e siccome l’inizio della nuova stagione turistica in Istria è poco lontano oggi vi presenterò le possibilità, le bellezze e i vantaggi dell’agriturismo istriano.

L’attività principale dell’Istria è il turismo. Ulteriormente l’attività turistica viene soddivisa in turismo balneare e agriturismo. La parte verde dell’Istria coinvolge larghi strati popolari motivati dal contatto con la natura, la buona tavola, la tranquillità ma specialmente i prezzi generalmente contenuti.  L’agriturismo istriano vi permette di prendere vantaggio dei benefici del soggiorno nel villaggio istriano, sotto i tetti rossi delle vecchie case di pietra. I prodotti più apprezzati della regione istriana sono il vino, l`olio d`oliva, il prosciutto istriano e il formaggio i quali si possono assaggiare in una delle famose konobe istriane. Da non perdersi sono le specialità regionali e cibi preparati con delle verdure casarecce, con carne e pesce sempre freschi, il che vi viene offerto nei vari ristoranti decorati in modo tradizionale a prezzi accettabili.  Prati verdi che si inalzano in bellissimi colli i quali si affacciano su vigneti e villaggi istriani nei quali il tempo sembra si sia fermato. Una delle attrazioni più interessanti è sicuramente il bovino autoctono istriano,  il boskarin. Il boskarin rappresenta una delle specie di animali prottetti in Istria. L’entroterra dell’Istria è sicuramente una regione affascinante che vi lascierà senza fiato con le sorgenti, le rocce, i boschi, le morene marnose, le chiesette e i vecchi castelli avvolti dall’edera e dimenticati dal tempo. L’agriturismo istriano era inizialmente concepito come una forma di accoglienza molto semplice, organizzata dagli agricoltori allestendo sommariamente alloggi in edifici aziendali resi disponibili dal rapido ridimensionamento degli occupati in agricoltura, l’agriturismo si è via via evoluto offrendo comfort e servizi adeguati alle esigenze del turismo moderno.

Motovun

Per gli appassionati dell’agriturismo le destinazioni principali da visitare sono: Rovinj, Buje, Vrsar, Umag, Kanfanar, Buzet e Labin.

Per quelli che sono interessati a risiedere in una delle case di campagna consiglio uno dei seguenti link:

Rabac

ottobre 28, 2008

A soltanto cinque chilometri da Labin si trova Rabac. Una volta antico centro di pescatori, Rabac oggi rappresenta il più importante centro turistico della costa orientale dell’Istria. Ancora due secoli fa Rabac era soltanto un piccolo paese con non più di dieci case. Siccome situato in una bellissima insenatura, presto diventò meta di turisti e visitatori che subito furono affascinati dalla sua bellezza. Alla fine del XIX secolo, a Rabac cominciano a sorgere le prime ville, tra le quali la più famosa era quella della famiglia Prohaska. Il primo albergo a Rabac, il Quarnero, venne costruito nel 1889 nella casa della famiglia Viskovic, mentre il primo grande albergo venne augurato nel 1925. Oggidì le capacità ricettive di Rabac sono affascinanti. Infatti, nei suoi alberghi, villaggi turistici, autocampeggi, appartamenti e alloggi privati Rabac può accogliere fino a 10 mila ospiti.

Rabac

Rabac

Il clima mediterraneo mite, il meraviglioso ambiente ricco di natura intatta, il mare cristallino, l’indimenticabile vista sul golfo del Quarnero e le bellissime spiaggie ciottolose fanno di Rabac un bellissimo centro turistico moderno che garantisce di soddisfare i bisogni dei turisti più esigenti. L’infrastruttura turistica che segue i trend mondiali offre numerosi locali, negozi, centri turistici e sportivi, gallerie, bar, e atelier. Noto è anche il moderno centro multiculturale che rappresenta un punto d’incontro delle generazioni giovani. Le possibilità escursionistiche variano, il luogo più vicino che si consiglai visitare è sicuramente Labin, la cui offerta è complementare ai contenuti turistici di Rabac. Per gli appassionati dell’agriturismo si consiglia visitare l’entroterra dell’Istria e trascorrere le vacanze in una delle case di campagna. È possibile inoltre ammirare l’ambiente rurale oppure godersi le specialtià della cucina tradizionale istriana.

Labin

ottobre 6, 2008

La bellissima città medievale di Labin sorge su una collina che si innalza al di sopra di Rabac. L’antico nome della città – Albona – viene accennato per la prima volta nel 250 d. C. Labin è conosciuta come luogo di nascita di Matthias Flacius Illyricus, riformatore e collaboratore di Martin Lutero. Oltre ad essere un noto centro culturale e amministrativo, Labin è noto per la sua eredità storico-culturale. Infatti da ammirare è l’archittettura degli edifici situati nella città vecchia che vi fa rivivere i secoli del Medioevo. Nei numerosi monumenti ci sono vari studi artistici nei quali è possibile vedere gli esponati e le opere d’arte di vari pittori eminenti. Grazie alle varie manifestazioni culturali Labin è diventato una destinazione turistica che garantisce il divertimento per tutti, sia per i giovani che per gli adulti. Concerti all’aperto, mostre e gite nelle località vicine sono soltanto parte dell’offerta turistica di Labin.

Panorama di Labin

Panorama di Labin

Sicuramente da non perdere è il Museo comunale, situato nelle vie strette della città vecchia. Nel museo è possibile ammirare la collezione archeologica, etnologica e la raccolta memoriale di Matthias Flacius Illyricus. Salendo per le vie della città vecchia si arriva alla Fortica (fortezza) dalla quale si può godere la meravigliosa veduta su Rabac, sull’isola di Cres e sui dintorni di Labin. Grazie alla sua bellezza e alla sua infrastruttura turistica Labin è diventato una delle destinazioni turistiche più visitate dell’Istria.

Nesazio (Vizace)

settembre 2, 2008

Ultima roccaforte degli Histri conquistata e distrutta nel 177 a.C. dalle legioni romane.

A soli 10 km a nord-est di Pola, vicino ad Altura (Valtura), si trova Nesazio (in latino: Nesactium) una delle località archeologiche più significative dell’Istria. Sorto nel periodo del bronzo, l’abitato di Nesazio (odierna Vizace) era uno dei principali abitati fortificati degli Illiri istriani. Il popolo che nel periodo del bronzo abitava la penisola Istriana era il popolo degli Istri i quali si suppone provenissero dal popolo degli Illiri. Facendo i pirati, spesso e volentieri disturbavano la libera navigazione delle navi commerciali romane nel nord Adriatico. E fu questa la causa (od il pretesto) che fece iniziare le lotte di conquista da parte dei Romani; lotte che ebbero inizio già nel 221 a.C. Dopo lunga lotta l’esercito di Roma conquistò anche l’ultima delle importanti fortificazioni illiriche, Nesazio appunto.

I resti archeologici a Nesazio

I resti archeologici a Nesazio

Quella fu una delle battaglie più significative nella storia della penisola Istriana, descritta da parecchi storici romani. Plinio ad esempio nella sua opera “Ad Urbe condita” descriveva proprio la battaglia decisiva per la conquista romana avvenuta nell’anno 177 prima di Cristo quando questi ultimi arrivarono alle soglie del castelliere mettendo in atto un piano strategico per vincere gli Istri. Fecero infatti deviare il corso del fiumiciattolo che passava vicino all’abitato. Pensando che si trattasse di una maledizione, per non cadere in mano ai Romani, il re Epulo e il suo popolo si trafissero l’un l’altro con le spade e gettarono donne e bambini dalle mura. È interessante sapere che gli Istri avevano delle loro divinità autoctone rappresentate da: Ika, Histria,Trita, Melosok, Boria, Nebres. Con l’arrivo di Roma, il culto delle dee venerate dalla popolazione autoctona venne sostituito dalle divinità romane.

Quando visitare Nesazio?

La località è aperta tutto l’anno.

Orario invernale: 9.00-12.00 16.00-19.00; orario estivo 9.00-12.00 16.00-21.00

Come raggiungere Nesazio?

Con l’auto fino ad Altura e poi un altro piccolo tratto. Se amate la bicicletta potete includere Nesazio in uno dei tour che trattano la parte orientale della costa Istriana. I percorsi sono disponibili nelle varie agenzie. Ulteriri informazioni riguardanti Nesazio si trovano sulle pagine dedicate al turismo in Istria

Nightlife a Pula

agosto 7, 2008

Oltre alla sua importanza storico culturale, Pula viene anche considerata sinonimo per divertimento e nightlife. Manifestazioni culturali, concerti, festival e spettacoli sono soltanto parte del programma dintrattenimento a Pula che vi garantisce un divertimento indimenticabile. Vi si trovano numerosi monumenti di valore storico culutrale che nel tempo d’oggi hanno assunto la funzione di palcosenico della vita culturale e dello svago – tra i più noti è il simbolo della città – l’amfiteatro. L’amfiteatro ospita tutti gli eventi più importanti, di musica, di cultura e di arte che vengono organizzati a Pula.

Eccetto numerosi caffè bar, ristoranti e pub, a Pula i più noti sono i seguenti nightclub (che offrono divertimento per tutte le età e per tutti i gusti): Aruba, Cabalia, Imperial, Monte Serpente, Fourt Bourguignon, Pietas Iulia, Podroom, Rock Caffè, Rock Klub Uljanik, Cube, Zen e il casino Las Vegas nell’albergo Histria. Tutti i nightclub sono aperti per i turisti fino all’alba e, con la ricca offerta di manifestazioni e programmi d’intrattenimento, vi garantiscono di trovare tutto il divertimento che cercate.

Lamfiteatro di Pula

L'amfiteatro di Pula

Nightlife a Rovinj

luglio 22, 2008

Durante l’estate la città di Rovinj diventa una delle più interessanti destinazioni dell’Istria occidentale. La città offre una grande varietà di manifestazioni culturali, spettacoli, mostre e feste. Rovinj garantisce un divertimento indimenticabile ai suoi visitatori e organizza eventi interessanti adatti a tutte le età. Tra i luoghi dove uscire e divertirsi, i più interessanti sono: Villas Rubin, Monte bar, Valentino sull’isola di Crveni Otok, Eve, Monte Molini. Una delle località che offrono un divertimento indimenticabile è  sicuramente il centro di divertimento Monvi – un complesso multimediale che è formato da ristoranti, pizzerie, pub, pasticcierie, da un’amfiteatro e da numerosi disco club. Nell’ambito dell’amfiteatro vengono organizzati vari spettacoli, concerti e presentazioni.

Centro di divertimento Monvi

Contatti:
Categoria: Disco
Indirizzo:
Zabavni centar
Istria, 52210
Croatia

Brid d. o. o.

Tel. 0038552545117
Fax. 0038552545197
E-mail: brid@pu.t-com.hr

Vrsar

luglio 10, 2008

Situato alla foce del Canale di Leme (Limski zaljev) Vrsar è un antico villaggio di pescatori. Grazie alla sua bellezza, oggidì si è trasformato in un noto centro turistico. Il porto protetto dalla configurazione naturale, con un grande numero di isolette di fronte, lascia senza fiato i visitatori. Vrsar si estende su una collina sulla quale si trova il dominante Kastel, un tempo la residenza dei vescovi di Porec (Parenzo). Vrsar è di notevole importanza per il suo patrimonio storico-culturale siccome è conosciuto ancora dai tempi romani. È possibile rivivere i tempi antichi guardando le meravigliose tracce nei reperti delle ville nei quali si trovano mosaici quasi intatti.

L’interessante offerta turistica di Vrsar garantisce la soddisfazione dei turisti che sono in cerca di attività libere. Da accennare i contenuti sportivi come concorsi di paracadute e voli panoramici che vengono organizzati all’aeroporto sportivo che si trova nella prossimità del centro di Vrsar. Noto soprattutto per il campeggio naturista Kamp Koversada, Vrsar rappresenta un paradiso per chiunque vuole rilassarsi sulle spiagge sabbiose, nel mare cristallino e essere circondato da un bellissimo paesaggio.

Vrsar di notte

Vrsar di notte